INCONTRI in TERRA di SIENA 28 luglio – agosto 2018

 

Direttore Artistico – Alessio Bax

Alessio Bax, che tutti ricorderanno per le sue straordinarie performance negli ultimi anni, ha invitato un eccezionale cast di musicisti, alcuni dei quali ritornano e altri vengono da noi per la prima volta.

Il festival aprirà sabato 28 luglio nel favoloso cortile della Fattoria dell’Amorosa a Sinalunga, ambiente tra i più amati dal nostro pubblico. Il primo concerto degli Incontri si è svolto a La Foce nel luglio 1988, ma l’associazione fu fondata ufficialmente l’anno successivo con due concerti, uno al Castelluccio e l’altro all’Amorosa. E’ cosa particolarmente giusta, quindi, che sarà qui che verrà inaugurato il 30° festival con la Camerata Strumentale di Prato e il direttore Jonathan Webb, accompagnati dal celebre flautista Emmanuel Pahud e dal nostro amato Antonio Lysy come solisti.

Molte altre novità verranno proposte durante i concerti, nel programma affascinante ed eclettico a seguire. Tra queste, una ‘Schubertiade’, serata dedicata a Schubert, con la partecipazione del grande tenore inglese Ian Bostridge assieme ad altri artisti residenti, che presenteranno una serie di lieder da ‘Schwanengesang’, oltre al magnifico Quintetto con due violoncelli e un’opera di uno dei maggiori compositori viventi, Jörg Widmann, ispirata alla musica di Schubert.

Il pubblico avrà l’opportunità di sentire una versione raramente eseguita per settetto delle Metamorfosi di Strauss, diretta dal primo violino di spalla della Berliner Philharmoniker, Daishin Kashimoto, il quale, assieme ad Alessio Bax, suonerà anche la Sonata n.2 per violino del toscano Ferruccio Busoni, opera immensa e imponente che racchiude in se la spiritualità di una corale di Bach fino all’energia di una tarantella.

Emmanuel Pahud, riconosciuto gigante del flauto, ci svelerà la versatilità del suo strumento, mentre Il norvegese Leif Ove Andsnes (acclamato dal New York Times come ‘pianista dall’eleganza, forza e intuizione magistrali’) ci delizierà con rarità di Nielsen, Sibelius e Dohnányi.

E infine, il festival chiuderà il 4 agosto a Monteverdi Tuscany con una serata intima e variegata, dedicata a sonate per violin, violoncello, flauto e pianoforte.

Oltre ai concerti, potrete partecipare a conversazioni, una mostra fotografica, cene e altre sorprese. Tra queste, ci sarà una presentazione condotta da Katia Lysy, Michele Serra e Benedetta Origo, in inglese e in italiano, del libro appena uscito di Iris Origo, ‘A Chill in the Air’, diario degli anni 1939-1940 che precede l’ormai conosciutissimo ‘Guerra in Val d’Orcia’.

Vi terremo informati non appena avremo concluso tutti I dettagli, ma intanto vi preghiamo di tener d’occhio il nostro sito (itslafoce.org), che verrà sempre aggiornato. Potrete anche ammirare QUI una nuova selezione delle fotografie di Paul Flanagan relative al festival 2017 (https://goo.gl/UEVTrD).

Per vedere il programma dei concerti 2018, vi preghiamo di cliccare QUI

La biglietteria aprirà il 1 aprile. 

 

     
Iscriviti alla newsletter
Le informazioni personali saranno trattate in accordo con la Legge 196/2003.
Le informazioni personali non saranno condivise con terze parti.
Il tuo nome: *
E-mail: *
Codice di sicurezza: *
(*) Campi obbligatori


Cliccare qui per leggere un bellissimo articolo sulla Val d'Orcia e gli Incontri pubblicato sul Limelight magazine (Australia)

Volete aiutare a sostenere il futuro del festival?
Potete diventare Socio e godere dei benefici di posti riservati, cene con gli artisti, e tanti altri vantaggi.

Tutti i vantaggi


Comitato Onorario
Marella Agnelli, Vladimir Ashkenazy, Paolo Baratta, Charles Dutoit, Colin Firth, Maurizio Pollini, Gioacchino Lanza Tomasi, Maxim Vengerov.
Soci Fondatori
Alessandro Alì, Carlo Citterio, Antonio Lysy, Benedetta Origo, Emanuela Stramana, Alberto Versace
Comitato Esecutivo
Benedetta Origo (Presidente), Fulvia Mazzuoli (Vice Presidente), Anne M. Bauer, Geneviève Brion, Giovanna Lysy, Alfiero Mazzuoli, Carol Van Wonterghem.
Manager
Nicky Swallow
Segreteria
Mariapia Poppi